Votate votate votate!

This is the default teaser text option. You can remove or edit this text under your "General Settings" tab. This can also be overwritten on a page by page basis.

Votate votate votate!

Da qualche tempo a questa parte sulle tv nazionali impazza lo spot del simpatico Topo Gigio che cerca di ricordare ai bambini (ne siamo sicuri? Secondo me lo seguono soprattutto i grandi) alcune elementari regole di igiene preventiva dell’influenza A. Io personalmente non trovo questa operazione molto incisiva, non tanto per la formula scelta, quanto per i contenuti. Per es. mi sarei aspettata di sentirmi consigliare che si starnutisce nell’incavo del braccio, in modo da non sporcarsi le mani, che vanno poi a contatto con quelle degli altri. Oppure, come ha spiegato il professor Montagnier, evitare di sputare per terra, visto che molta gente ancora lo fa. O ancora di salivare maggiormente, in quanto la saliva ha un potere difensivo contro i germi e i batteri di origine esterna.

La redazione di "Essere e Benessere" di Radio 24, la trasmissione a cui partecipo ogni secondo martedì del mese con Jolanda, ha invece avuto un’idea più originale, se non altro perché ha lanciato un’iniziativa particolarmente creativa per fare informazione scientifica: "Influenza A: te la canto e gliele suono".

Lo scopo è quello di diffondere le regole per la prevenzione in modo facile ed immediato attraverso una canzone il cui testo sia scritto da un medico – o validato scientificamente da un medico – e cantato da un gruppo musicale professionista o amatoriale. Il tutto corredato da un video. Gli ascoltatori possono votare fino alla prima settimana di gennaio 2010, allorchè si conoscerà il nome del vincitore.

 

A parte il lodevole obiettivo dell’iniziativa, vorrei dire: ma vi vedete il vostro medico di base che rappa come Jovanotti cercando di ricordavi come si evita l’influenza? La mia dottoressa è simpaticissima, però devo dire che solo l’idea mi fa molto ridere. Invece, se andate a guardarvi sul sito del concorso i 3 video già presenti, tutto risulta molto gradevole, utile e divertente.

 

Il primo contributo è del medico e famoso scrittore Andrea Vitali insieme al gruppo dei Sulutumana, che mi sembrano i più incisivi e facili da ricordare. Il motivetto sa di campagna, di serene gite in trattoria fuori porta, insomma mette allegria.

Il secondo è una canzone molto piacevole scritta dal dottor Alberto Pellai, ma qui sono di parte perché ci conosciamo. Però devo dire che come video è imbattibile, soprattutto per i bambini belli e simpatici che cantano e suonano.

Il terzo infine, si intitola "No Panic" degli Autobang con la supervisione del dottor Oreste Gentilini dello IEO. Ecco, emh, il video mi sembra un po’ inquietante, anche perché trasmette un’idea fredda della comunicazione medico-paziente e la sexy infermiera assomiglia ad una ragazza del Drive-in. Però, accidenti, il motivetto è troppo psichedelico! Lo ammetto: lo vedrei bene in un party con pogo. Non si può avere la suoneria per il cellulare?

 

Vi invito ad andare sul sito, ascoltare e votare.

Qui sul mio blog invece mi piacerebbe molto sentire le vostre opinioni. Pensate che queste iniziative aiutino le persone ad essere meglio informate e soprattutto a non avere paura dell’influenza A? Vi sembra efficace Topo Gigio? Avete adottato delle iniziative per evitare di ammalarvi?

 

 

 

  1. bstevens
    bstevens10-22-2009

    veronique, nun vengo da mò! ormai alle 21 di sera crollo! ma mi incuriosisti, ora corro a vedere! un bacione. eli (ops, b.)

  2. emily
    emily10-22-2009

    sarò sincera ai limiti della brutalità: questa caxxata della pandemia sono seghe mentali da paesi ricchi obesi che con il panico cllettivo muovono milioni di euro in vaccini, salviettine e altre idiozie.
    con la stessa cifra spesa x evitare di farci stare a letto 3 giorni si vaccinava l’africa da malattie mortali…quindi nn mi esprimo sulle canzoncine, credo che sia poco serio anche solo pensarci a questa storia….

  3. acasadiclara
    acasadiclara10-23-2009

    a mio parere topo gigio non ha molta presa sui bimbi di oggi anche se è simpatio e lo spot è fatto bene. avrebbero potuto usare qualcosa di più attuale e più vicino agli anni 2000. non sono un creativo ma certo sono più noti_nonostante affondino le radici anche loro negli anni ’70_barbapapà e la pimpa. tanto per fare un esempio…per il resto l’uso del mezzo tv permette di raggiungere un pubblico ampio e trasversale e quindi ok.che poi serva davvero…..potremmo discuterne fino a domani. un po’ come la pubblicità!vero è che fare è meglio che non fare e qualcuno i consigli li ascolterà pure. tra l’altro sono consigli generali che sarebbe utile seguire nella vita normale e non solo in caso di pandemia.ciao!!!

  4. acasadiclara
    acasadiclara10-23-2009

    Aggiungerei certo che sarebbe meglio evitare di spaventare la gente per niente e di diffondere notizie non vere o non verificate.Detto ciò io cerco di lavarmi le mani più spesso del solito e di stare attenta che i bimbi se le lavino spesso, ma più come regola generale di vita (sono convinta tra l’altro che ce ne siano un sacco di virus in giro che per qualche motivo non prendiamo….ma se ci dovesse capitare chi ci cura???)quello che mi da’ fastidio è il diffondere panico inutile. abbiamo i bambini che vanno a scuola al nido, siamo mamme e papà che lavoriamo, prendiamo i mezzi pubblici, i treni, andiamo al museo. tutti luoghi dove ci potremmo ammalare all’istante. che facciamo? stiamo a casa solo per un raffreddore? o peggio solo per paura?purtroppo c’è molta demagogia in giro e anche molti interessi commerciali.

  5. Lanterna
    Lanterna10-23-2009

    Confermo quanto detto da emily (che ormai è la mia maitresse a penser) e aggiungo: l’idea di un topo contro un’epidemia mi fa molto ridere. Penso che farebbe ridere anche la Vargas, che studia i flussi dei topi come veicolo della peste bubbonica e che ci ha costruito il suo primo romanzo. E farebbe ridere parecchio anche le mie gatte, che Topo Gigio se lo mangerebbero in un boccone alla faccia della peste e della suina.
    Insomma: è un’idea ridicola. E ben poco efficace.

  6. LGO
    LGO10-23-2009

    Sai, non avendo (credo) mai commentato qui, mi sembrava scortese esordire così come mi sarebbe venuto, però vedo che Emily ha espresso esattamente quello che penso :-)

  7. MP
    MP10-23-2009

    Probabilmente la paura della nuova influenza è immotivata e gonfiata dai media. Però l’influenza, quella “normale” che arriva tutti gli anni è potenzialmente sempre pericolosa e comunque è una bella seccatura. Se quindi cavalcando l’onda della pandemia riusciamo a insegnare a grandi e piccoli alcune regole d’igiene, beh… evviva l’influenza!!! E abbasso quelli che in strada ti tossiscono in faccia!

  8. extramamma
    extramamma10-26-2009

    ottima notizia, la riciclo per Insieme! per Topo Gigio speriamo l’influenza risulti letale!!!baci p

Cosa ne pensi?