Un anno fa

This is the default teaser text option. You can remove or edit this text under your "General Settings" tab. This can also be overwritten on a page by page basis.

Un anno fa

Ieri Buddina ha compiuto un anno!

Come tutte le mamme rivivevo mentalmente tutte le fasi precedenti al parto e ridevo tra me e me, pensando a quanto sia atipico rispetto all’iconografia tradizionale un cesareo programmato.

Io e Marito siamo andati in Mangiagalli a piedi, tanto il tram non passava mai. Al nostro arrivo ero già carichissima, poiché avrei dovuto essere la prima mamma della mattinata. I parenti si aspettavano una telefonata entro le 10. Mi accoglie un’infermiera che mi fa mettere subito in camicia da notte e pantofole e ci fa accomodare nella sala d’attesa dei papà. In quel mentre arriva la dottoressa che avrebbe dovuto far nascere Buddy con due occhiaie color caffè e lo sguardo oltre la stanchezza. Si scusa, ma non ce la fa più, va a dormire. Scatta la roulette dei pancioni e io estraggo il numerino più alto. Trascorro 4 ore in sala d’attesa, leggendo il Corriere, facendo le parole crociate, chiacchierando con Marito, facendomi i fatti delle altre, che mi passano accanto a piedi o barellate. Avrei dovuto essere un po’ più emozionata per un parto, no? Ad un certo punto mi telefona pure Nonna Beat, scusandosi per il disturbo: è rimasta chiusa fuori da casa mia, deve chiedere le chiavi al portinaio?

Quando mi chiamano è come quando finalmente arriva il tuo turno in posta. Anche se so esattamente cosa mi attende, arriva il nervosismo; sdraiata sulla barella, intubata, per distrarmi faccio salotto con le tirocinanti sul loro lavoro in ospedale. Mi sento come dal parrucchiere, no come prima degli orali alla maturità, no, della discussione della tesi.

In sala operatoria, musica, chiacchiere dei medici, tutto scorre meglio che durante il primo cesareo, io sono calma.

Fino a che non mi spingono sullo sterno, tirano e lei esce da me. Non vedo nulla, ma sento un pianto fragoroso e deciso. E’ nata! E’ sana! E’ forte!

Me la mostrano per un istante: ma non ci somiglia per niente! Chi è? Me l’aspettavo diversa!

La portano al bagnetto, io rimango sola con i miei pensieri, mentre l’anestesista parla di vacanze in montagna.

Solo allora io mi sciolgo e piango. Un pianto liberatorio di lacrime gonfie e calde. Dico: "Sono tanto felice." L’anestesista si gira e mi chiede: "Come?" "Dico: sono tanto felice". Allora il chirurgo: "Anche noi ci commuoviamo tutte le volte, anche se ne facciamo nascere tanti".

Ecco, dopo un anno, vorrei la macchina del tempo per poter rivivere quel momento, per poter provare quella sensazione di "missione compiuta", di "mamma, sei stata brava, la bambina sta bene ed è forte". Piangere un’altra volta di felicità.

  1. mammamanga
    mammamanga03-12-2009

    Inannzitutto TANTI AUGURI!!!!!!! Che emozione questo post! I ricordi del parto sono indelebili e non ti serve la macchina del tempo per rivivere quel momento, perché dalle tue parole si capisce che lo stai già rivivendo attraverso il ricordo :)Un bacio

  2. E.
    E.03-12-2009

    Ma dai, che bello!Anke il mio primogenito è nato l’11 marzo
    (parto naturale). Con il senno di poi credo mi sarebbe piaciuto essere ostetrica, l’idea di aiutare la vita è un’emozione indescrivibile!Auguri per ieri,Erica

  3. Mamma in 3D
    Mamma in 3D03-12-2009

    Auguri alla tua Buddina! Appartengo a quella schiera di mamme (molto impopolari) che ancora si emozionano quando ricordano o sentono raccontare un parto. Ho vissuto tre parti naturali, senza programmazioni, senza induzioni, senza anestesia e non credo di avere ricordi più belli di quelli del momento in cui mi hanno fatto abbracciare e tenere sulla pancia i miei bimbi ancora bagnati. Oggi sei riuscita a farmi commuovere anche con un cesareo!! Perché quella sensazione lì, di “missione compiuta”, di “mamma, sei stata brava”, quel pianto liberatorio sono di tutti i tipi di parto e di tutte le mamme.

  4. Flavia
    Flavia03-12-2009

    auguri!!e grazie per avercelo raccontato così naturalmente. mi fai pensare che esistono le fazioni accanite anche sul parto, come al solito, come se ce ne fosse solo uno giusto e un altro no? uff…scusami.. oggi è una giornata no

  5. carlachi
    carlachi03-12-2009

    Tanti auguri alla piccola!!
    Anche a me, ogni volta che ci penso, capita di desiderare fortemente di rivivere quei momenti.
    Ciao

  6. desian
    desian03-12-2009

    Forse non c’è bisogno di macchina del tempo, forse basta vederseli crescere accanto, poterci giocare ogni giorno, dargli da mangiare, guardare un loro sorriso… no?

  7. piattinicinesi
    piattinicinesi03-12-2009

    oggi devo avere gli ormoni sballati perché mi commuovo troppo facilmente…anche io ho bei ricordi dei miei cesarei, anche del primo in cui ho dormito! (ma per fortuna mi ricordo il risveglio)

  8. Gloglo
    Gloglo03-12-2009

    Auguri a Buddina! Meraviglioso racconto, di grande forza.

  9. extramamma
    extramamma03-13-2009

    Secondo me il chirurgo ti ha mentito! Auguri a Buddina! Vabbè anche a te! Baci, extramamma

  10. angelfishpremamam
    angelfishpremamam03-13-2009

    Come ti capisco, ogni volta che guardo Luca torno indietro al momento del parto, doloroso, lungo ed stenuante ma il pianto lo porto ancora nel cuore

  11. M di MS
    M di MS03-13-2009

    mammamanga: grazie degli auguri! Sì, è vero, il parto si rivive tutte le volte.E.: chissà se per le ostetriche diventa routine o c’è sempre la stessa emozione.Mamma in 3D: sì, io infatti di solito evito di raccontare i parti, altrimenti scappano tutti!Flavia: mi fai sorridere! Non mi sembri il tipo morettiano, ma mi fai venire in mente la frase di Moretti “Penso che sarò sempre d’accordo con una minoranza”!carlachi: rivivere le emozioni, un po’ meno i dolori!desian: sono d’accordo, ma forse tu sei un po’ troppo papi per capire l’amarcord delle mamme panciute:))piattini: oh, la commozione di queste mamme! I figli so’ piezz’e core!Gloglo: grazie!extramamma: sì, per la cronaca ho scritto la sua frase, ma l’ho pensato anch’io!angelfish: il famoso pianto liberatorio!

  12. lorenza
    lorenza03-13-2009

    ooohhhh che commozione!! io da circa sei anni ho l’ormone sballato, e quando leggo queste cose piango come una vite tagliata! Mi sa che i miei ormoni si rimetteranno a posto solo con la menopausa, o la nascita dei nipotini… O sarà sempre peggio?? AUGURI alla Buddina e grande tu!

  13. valewanda
    valewanda03-13-2009

    Omamma mia, ci voleva anche questo piantino prima di cena… Mi sono immedesimata in tutto, proprio tutto, e tra pochi giorni anche i miei gemellini compiono il loro primo anno di vita. Che soddisfazione, dopo tante fatiche!

  14. Improvvisamente in quattro
    Improvvisamente in quattro03-14-2009

    Auguri, un po’ in ritardo, alla tua Buddina!Anch’io ho fatto il cesareo in Mangiagalli… Anch’io ho chiaccherato con le tirocinanti e chiaccherato, anzi, proprio riso, quando mi hanno operato… c’era l’anestesista che mi faceva morire dal ridere!E dal ridere… a piangere quando ho sentito il primo vagito!

  15. mominthecity
    mominthecity03-14-2009

    anche io ho avuto due cesarei, in mangiagalli, me la ricordo bene quella stanza d’attesa, al primo, appena Sara è uscita e l’ho sentita ho cominciato a piangere come una fontana e non ho smesso che dopo un’ora; con Francesca avevo più paura dell’intervento e dopo ho dormito con un po’ di anestesia in più. Per entrambe quando ci ripenso ho ancora le lacrime che mi salgono, mi sento commossa e tanto fortunata. Auguri a te e alla tua famiglia.

  16. alleg67
    alleg6703-15-2009

    Auguroni a buddina!!
    bellissimo post!!

  17. M di MS
    M di MS03-15-2009

    lorenza: propenderei per la nascita dei nipotini. Esattamente come me.

    valewanda: sì, ti ho proprio pensata visto che hanno una settimana di differenza. Auguri in anticipo!

    improvvisamente in 4: sai, noi mamme esperte di cesarei partoriamo in scioltezza!

    mominthecity: grazie degli auguri. Dopo il secondo cesareo l’anestesista ha insistito per darmi probabilmente un oppiaceo pesante e ho iniziato a ridere. Dalle foto sembravo truccata, continuavo a dire “sono nel nirvana”, le infermiere ridevano.

    alleg67: grazie per gli auguri! Un giorno li farò leggere alla mia Buddy.

  18. emily
    emily03-15-2009

    auguri augurissimi alla mamma e alla piccola.
    i ricordi del parto sono indelebili…..
    ho bisogno di parlarti x giovedi!!! mi lasci il tuo numero di cell in fb??
    grasssie

  19. bstevens
    bstevens03-15-2009

    auguroni MS!!! a te e a lei!

  20. extramamma
    extramamma03-16-2009

    Sei scappata con il fruttivendolo? Com’è che batti la fiacca e non scrivi più?cmq ho anch’io un verdurello accattivante, non vedo l’ora di raccontartelo 🙂

  21. M di MS
    M di MS03-17-2009

    extramamma: sì, in effeti ho unpo’ di cose da fare…ma dicci dicci di qeusto tuo nuovo verde giovanotto…

    bstevens: grazie!

  22. Renata
    Renata03-18-2009

    Mentre leggevo le prime righe mi sembrava tutto così strano, così diverso dai miei parti (uno naturale e un cesareo in emergenza), così lontano dalla nascita di un figlio… poi arrivata in fondo ho ritrovato l’emozione di ogni mamma e la gioia che regala la vista di un figlio per la prima volta.
    Auguri alla piccola!

  23. Mamma Imperfetta
    Mamma Imperfetta03-19-2009

    Auguri alla tua bimba e alla madre nuova che sei diventata un anno fa.Anche per me le nascite sono state i momenti più belli della mia vita e quelle calde lacrime, ah come le ricordo…

  24. MammaNews
    MammaNews03-19-2009

    Auguri a Buddina!
    anche io ho partorito con un cesareo programmato e mi ricordo come se fosse ieri quando mi hanno spinto sullo sterno e ho sentito una fortissima sensazione di svuotamento improvviso e forzato che non mi aspettavo (primo parto). E’ stato come se mi tirassero via da dentro la pancia una parte del mio corpo e ho gridato. poi il mio bimbo ha detto NGUE, non un vero pianto piuttosto una vocina scocciata e molto irritata che non era per niente daccordo a essere tirata fuori da lì. Era rosa rosa, niente sangue e quando me lo hanno fatto baciare lui sì che piangeva e ho detto “amore, amore”. che emozione davvero! Sono passati quasi otto mesi e semnbra ieri. il tempo è volato e vorrei fermare la vita ogni tanto per godermelo piccolo e orsacchiottoso com’è oggi ancora per un bel po’.

  25. lisa2007
    lisa200703-20-2009

    io invece, pensa… la nascita della mia prima figlia la vivo ancora come uno dei giorni più difficili e bui della mia vita. Vedi un po’ te.
    Comunque auguri, e poi volevo dirti che mi sei davvero spimpatica: dal vivo ancora di più. 🙂

  26. M di MS
    M di MS03-20-2009

    Renata e mammainpefetta: grazie mille della vostra partecipazione!

    Mammanews: come ti capisco!!! Anche se devo dire che il primo cesareo è stato un po’ splatter, visto che il figlio era podalico e me l’hanno proprio strappato via…

    lisa: mi spiace per i tuoi ricordi. Meglio il presente, allora, neh? Quanto alla simpatia: è reciproca! Pensa che per mio marito sei praticamente una parente, visto che gli racconto tutti i fatti tuoi!

  27. lisa2007
    lisa200703-20-2009

    uh signur.
    ma allora è il caso che anche io inizi a raccontare a mio marito del verduraio e del panettiere da cui compri il latte fico (il latte fico, si intende eh)(e il panettiere?)?

Cosa ne pensi?