Archives

All Posts Tagged Tag: ‘in mezzo al guado’

Ieri, oggi e domani

All’inizio ero solo una mamma con una deliziosa neonata di cui prendermi cura. Quando la bambina dormiva io mi mettevo sul letto a leggere un bel libro; assaporavo quegli attimi di libertà prima di andare a prendere al nido anche l’altro figlio.

Una sera, per caso, mi sono imbattuta in un famoso blog che mi ha subito conquistato per il suo tono divertente. Leggendolo mi immedesimavo nelle vicende di questa mamma giornalista, che sapeva descrivere in modo appassionante attimi di vita quotidiana comuni a molte famiglie. Una telenovela ironica trasportata sul web. Da quel momento ogni giorno ho iniziato a scoprire altri blog fino a che mi è venuta la voglia di aprirne uno mio, quasi per scherzo. Non avevo alcun progetto di comunicazione specifico, solo tirare un sasso nello stagno e vedere l’effetto che fa.

E meno male! Da allora, anche per una serie fortunata di coincidenze, il blog è diventato la mia finestra verso il mondo, ho potuto conoscere moltissime persone interessanti che altrimenti non avrei mai incontrato in vita mia, sono stata coinvolta in attività divertenti sia da un punto di vista sociale che professionale.

E’ passato un anno e mezzo da quando ho aperto il blog ed in rete è già un bel periodo.

Oggi mi interrogo su che cosa questo spazio rappresenti per me, anche perchè molte cose intorno stanno cambiando.

Alcune blogger a cui sono affezionata e che mi hanno inconsapevolmente fatto innamorare di questo mezzo (l’unico punto saldo, italian mom solo per citarne qualcuna) si stanno ritirando dai propri blog a favore di altre attività social. Un po’ mi mancano, un po’ ho l’impressione che il loro distacco non sia tanto motivato dall’uso di Facebook o simili (le dirette interessate magari mi correggeranno), ma che a loro il blog proprio non interessi più. Sarà la perdita di anonimato? La mancanza di tempo per il lavoro che incalza? Il fatto che le aziende leggano i blog e ogni tanto propongano un coinvolgimento markettaro?

Mi chiedo: perchè si è perso l’entusiasmo di un tempo? Accadrà pure a me?

Anche io sono combattuta tra un outing totale sulla mia identità e quindi sullo stravolgimento di questo blog che necessariamente dovrebbe diventare un’altra cosa (un mezzo di pr personali per fare… beh, non lo so bene) e mantenerlo così, in una versione ibrida che però non mi soddisfa fino in fondo.

Quello che so di certo è che mi piace la rete e mi piace esserci dentro.

Tenendo sempre bene in considerazione che sono soprattutto le relazioni a dettare il passo agli strumenti (e non viceversa) e quindi tutto potrà sempre cambiare molto velocemente.

E voi come la pensate? Vi vedete blogger da qui a due anni (non dico cinque perchè al giorno d’oggi sono veramente troppi)? Il blog a cosa vi serve in questo momento? Non vi viene voglia di aprirne uno nuovo e completamente anonimo in cui buttare tutti sassolini che vi togliete dalle scarpe?

Web by Jop