Single di ritorno e la sindrome del nido semi-pieno

This is the default teaser text option. You can remove or edit this text under your "General Settings" tab. This can also be overwritten on a page by page basis.

Single di ritorno e la sindrome del nido semi-pieno

 La moglie di quello che è sempre in viaggio d’affari:

– Di notte mette l’allarme. Quando lui c’è no, perché lo vive come un attacco alla sua virilità

– Chatta su FB con le amiche fino a mezzanotte, poi non riesce più ad addormentarsi e si rigira nel letto fino alle due #motivo di insonnia n.1

– Mangia la Nutella al cucchiaio di fronte alla televisione sentendosi terribilmente in colpa e meditando su future attività sportive di smaltimento. Soffre di acidità #motivo di insonnia n.2

– Si sente autorizzata a sbriciolare nel letto mentre si soffoca di biscotti. L’ultimo e poi smetto #motivo di insonnia n.3

– Lascia il bucato steso tre giorni nel posto che lui detesta e poi smonta tutto di fretta quando sente la chiave che gira nella toppa

– Non fa il letto salvo cazziarlo quando lui non lo sistema come piace a lei

– Lascia il frigo vuoto, i vestiti a strati sulla poltrona e la tavoletta del wc sempre perfettamente chiusa

– Chiama la baby-sitter ed esce con le amiche

– Si incazza con l’amica che non può uscire perché il marito non c’è  e non sa a chi lasciare i bambini

– Abusa del suo tempo da single lasciandosi andare ad improvvidi acquisti on line di oggetti di design così cariiini

– Non prepara né manicaretti né primi succulenti e con sollievo ricicla il pane del giorno prima

– Mentre scalda i surgelati per i suoi figli pilucca in piedi, esagera con le acciughe, allora apre  due una lattina di birra e si abbandona a rumorosi rutti da camionista.

– Quando lui le telefona prima di cena deve mettere giù dopo un minuto perché sta bruciando il pesce oppure i figli si stanno picchiando di fronte alla televisione

– Quando lui le telefona a tarda ora risponde a monosillabi perché sta guardando qualche reality show tipo “Cerco casa disperatamente” o “Malattie imbarazzanti”. A volte a lui se ne accorge, a volte invece pensa che lei sia troppo stanca.

– Resta sveglia a leggere il suo libro appassionante sapendo di non disturbare nessuno con la luce accesa. Se il libro è un po’ romantico, sospira e sente la mancanza del suo lui, ma il lui fidanzato, quello che non aveva troppi pensieri per la testa.

– Di notte sogna che lei e il marito non sono sposati, anzi, nemmeno fidanzati e che lei lo deve riconquistare

– La mattina quando suona la sveglia allunga il piede nel letto e lo trova vuoto. Allora si ricorda che sono sposati ed era tutto un sogno.

– A colazione si trascina dietro due figli svogliati e recalcitranti. Quando finalmente li ha piazzati perpendicolari alle tazze e costretti a mangiare qualcosa, perde subito il conto dei biscotti del più ciccio e conviene che due paia di occhi sono meglio di uno.

– Ha una socialità ortodossa, in cui le mamme di scuola/karate/nuoto/pallacanestro/giardinetti svolgono un inquietante ruolo di primo piano

– Ha una socialità alternativa in cui le mamme blogger svolgono un inquietante ruolo di primissimo piano

– Smista la posta, va in banca, parla con il portiere, chiama il muratore, sente il dottore delle mutua, svuota la cantina, lava la macchina, fa la revisione, tratta con il commercialista, passa dalla tintoria. Sì, tutte le rotture di palle.

 Quando lui ritorna a casa:

– Il portiere lo chiama con il cognome della moglie. A Natale deve ricordarsi di non dargli la mancia!

– Lei gli corre incontro sulla porta, lo bacia con passione e poi gli indica la pila di roba da rammendare. Perché sì, lei non cuce.

– Lui deve ancora togliersi la giacca quando lei gli mostra i quadri da attaccare, i giocattoli da aggiustare, le bollette da pagare

– Lei gli racconta i fatti salienti dei figli, ma poi indugia sulle uscite serali con le amiche, lo stuzzica raccontandogli di quanti bei ragazzi si vedono nei locali la sera e poi – cacchio – si è dimenticata di comprare il pane fresco!

– A cena non vede l’ora di raccontarle le novità del viaggio, ma i due marmocchi continuano ad interrompere. Mmh, buoni questi ravioli. Deve averli comprati alla gastronomia…

– Mentre lei mette a letto i bambini, lui l’aspetta libidinoso nel talamo nuziale. Si infila sotto le coperte, ma..ehi, cosa sono queste sotto la schiena? Briciole?!

Muble muble, mentre la coppia si riunisce un sol pensiero li accomuna: urge una cena, da soli, in quel bel ristorante dove siamo andati quella volta…quella volta che abbiamo trovato del tempo per NOI.

E voi?

Volete continuare la lista?

  1. piattinicinesi
    piattinicinesi01-24-2012

    yessss! il rischio però è che dopo un po’ non sogni più lui quando eravate fidanzati ma il fidanzato attuale. uomini avvisati!

    (PS sulle trasandezze da single ci siamo in pieno, compresa la birra, rigorosamente dalla bottiglia)

    • M di MS
      M di MS01-24-2012

      All’inizio compravo solo le lattine di birra più andante.
      Adesso compro oltre alle lattine anche le birre in bottiglia più pregiate.
      All’inizio le bottiglie venivano aperte in compagnia. Adesso anche da sola.
      Vuol dire qualcosa?!

  2. Lucyinvacanzadaunavita
    Lucyinvacanzadaunavita01-24-2012

    Fantastica!! Ho vissuto per due anni con il marito pendolare: figli a letto alle nove, cena a pasta al pomodoro o poco più, spatascio sul divano (allora non avevo ancora scoperto il mondo della rete) e chiacchierata davanti alla tv. Il cucchiaio di Nutella sì (l’acidità pure), le briciole nel letto no!
    Ora il marito torna tutte le sere (tardi, ma torna), però tutte le attività da rompimento palle le continuo a fare io (dovrei anche prenotargli le visite mediche, che certamente non gli andranno bene come orario…) e ciò che è più di competenza maschile rimane da fare, come il buio che avvolge il garage da quando (un mese fa) si è fulminata la lampadina. Ma è una questione di principio….
    Ciao!!

    • M di MS
      M di MS01-24-2012

      Cara Lucy, permettimi di darti un consiglio,. Conosci Dropbox?
      Iscrivetevi, poi fai caricare al marito un’agenda excel che poi deve essere veritiera, tu la apri in remoto e controlli.

      Ecco come faccio a sapere dov’è mio marito.

  3. mammadifretta
    mammadifretta01-24-2012

    hei ma questa sono io.. però appena mi dice “amore sto per prenderee l’aereo” infilo tutto il casino nell’armadio..che rimane lì ad aspettare.!!!

  4. Lanterna
    Lanterna01-24-2012

    Io ho la fortuna di un marito che va a letto alle nove e mezza, ma lavora dietro casa. C’è da dire anche che nel nostro caso quella che non torna mai sarei potuta essere io: mi sarebbe bastato accettare un lavoro che mi era stato offerto dal mio primo datore, e che mi avrebbe tenuta nei favolosi ritmi indiavolati della New Economy.
    Non l’ho fatto perché volevo avere tempo per la mia famiglia, e ci sono stati giorni in cui l’ho rimpianto amaramente. Certo è che il resto del mondo me l’avrebbe fatto pesare, mentre se l’assente è il papà va tutto bene.
    Oggi sono contenta di come sono andate le cose, mi sento fortunata. Anche perché per esempio oggi non sto bene e Amelia a ginnastica la può portare lui.

    • M di MS
      M di MS01-24-2012

      Questa è un’ottima cosa.
      A volte penso che a Marito dispiaccia viaggiare tanto, troppo. Ne sono certa. C’è anche da dire che poi a casa ha il pc acceso (sempre motivi di lavoro), allora tanto vale averlo la sera tardi, ma libero da altri impedimenti.

  5. quasimamma
    quasimamma01-24-2012

    Ma vale solo per chi ha il marito in viaggio?
    Perchè, giusto per fare UN esempio, son qui col cucchiaio di nutella in mano, solamente perchè lui dopo la pausa pranzo rientra al lavoro mezz’ora prima di me…

  6. acasadiclara
    acasadiclara01-24-2012

    mio marito invece insegna e c’è sempre. vivo le vostre esperienze quando se ne va al cinema con qualcuno o alla riunione condominiale. Per il resto direi che la sua presenza ha un vantaggio, si smazza gli accompagnamenti dei pomeriggi dei miei figli e certi pomeriggi di compiti che mollami! Direi che tra i due sono io quella che torna tardi e che esce più spesso. Forse fatti due conti preferisco così.

  7. bietolina
    bietolina01-24-2012

    Il mio compagno/moroso va via di martedi e torna due martedi dopo per stare a cas poi tre settimane di fila.
    Quando lui non c’è non apparecchio e lascio la macchinetta del caffè volte sporca…il cucchiaino del caffè sul tavolo e un pò di cose sparse armoniosamente qua e la….:P

    • M di Ms
      M di Ms01-24-2012

      Nooo, la macchinetta del caffè noooo!
      Dai, chi è la prima a fare outing sui trucchi sparsi sul ripiano del bagno?

      • bietolina
        bietolina01-27-2012

        io ho il mio bagno e lui il suo, quando non c’è invado il suo 😛

  8. Una Mamma
    Una Mamma01-24-2012

    Io sono l’amica che non esce perché non sa dove mettere le bambine…e che tra un po’ rimane al buio in casa visto che si stanno fulminando tutte le lampadine e non sa cambiarle :(
    PS
    Non so cucire neppure io!

    • M di Ms
      M di Ms01-24-2012

      Ma mia cara, investi nelle lampadine ecologiche che non si fulminano mai! Certo che non cuci. Non puoi cucire, non si vede niente in casa tua :-)

  9. Mammamsterdam
    Mammamsterdam01-24-2012

    Le lampadine? Come la barzelletta dei carabinieri, uno sale sul tavolo e la tiene in mano, altri 10 sollevano il tavolo e lo fanno girare fino ad avvitamensto o svitamento.

    Poi rientra tuo martito e ti torva in piedi su un tavolo circondata da 10 carabinieri in divisa e magari si stranisce un filo:-)

    • M di Ms
      M di Ms01-24-2012

      Sì, pensa che fai la lap dance!

  10. deborah
    deborah01-25-2012

    vale anche per il marito che rientra tardi la sera?
    lei compra birra 66cl con l’intenzione di lasciarne metà al suo lui, che torna a casa tardi..MA ..lei finisce tutti i 66 cl davanti a un superpiatto di affettati e nasconde la bottiglia vuota, giù, giù in fondo al cestino, così da non sentire lui che le dice, davvero seccato, “ma non me ne hai lasciato neanche un po’?!”

    • M di Ms
      M di Ms01-25-2012

      A volte come si beve bene da soli…ahhhhhhhhhhhhhh!

Cosa ne pensi?