Si spera che la “boa” non sia quella del girovita!

This is the default teaser text option. You can remove or edit this text under your "General Settings" tab. This can also be overwritten on a page by page basis.

Si spera che la “boa” non sia quella del girovita!

Sono come la Regina Elisabetta. Lei quest’anno ha il Diamond Giubilee, io i 40 anni.

Anzi, è da una settimana che celebro il genetliaco. Prima con una festa danzante con gli amici e oggi – che è il giorno giusto – con una crostatina in famiglia, nell’eremo di montagna.

Che poi uno dice festa danzante: in discoteca saranno stati 15 anni che non ci andavo. Mi sono pure comprata un vestito per l’occasione. Marito è stato un grande, ha organizzato tutto lui. Avere intorno i miei più cari amici, alcuni dei quali frequento da ben 34 anni, è stato emozionante.

Il momento più bello è stato l’arrivo della torta: nessuno aveva pensato alle candeline! Meglio così: i due raudi in puro stile Billionaire valevano 20 anni l’uno.

Calcolando che la mia aspettativa di vita di cittadina italiana sono gli 85 anni, in fondo non dovrei essere nemmeno alla metà del percorso, quindi non esageriamo nel lamentarci che i 40 anni pesano. Certo, un significato ce l’hanno, i bilanci li faccio. Mi sento pienamente in corsa, non so cosa mi aspettano i restanti 45, ma da un’occhiata veloce al giornale e ai miei figli, ho ancora molto da divertirmi.

Ma da oggi potrò:

– indossare i gioielli di famiglia per andare al supermercato. Audrey Hepburn in “Colazione da Tiffany” diceva che i diamanti prima dei 40 invecchiano. Beh, ci sono arrivata, adesso me la tiro, tanto per un ventenne sono vecchia già da tempo.

– Dare del tu a chi mi pare, come fa mia madre al mercato, pretendendo del lei. Che ci ho un’età.

– All’occorrenza continuare a vestirmi come una studentessa e, rivelando la mia vera età, gongolare nel sentirmi dire: “Ma non li dimostri affatto!”. (Sì, ma fino a quando?)

– Fare la strappona, come raccontava Piattini in un suo post di cent’anni fa. Spariamo le ultime cartucce. Anche qui mi viene in soccorso la saggezza di un’amica di mia madre, che raccomandava: ”Datela, datela, che poi non ve la chiedono più!”. (Dai, Marito, sto scherzando!)

– Ammettere apertamente che non vado più in campeggio perché non riesco più a condividere il bagno con altre 200 persone.

– Puntare ogni anno ad un week-end di coppia senza figli per esplorare le potenzialità del sesso tantrico, ormai i bambini sono più grandi.

– Organizzare sempre più cene tra donne. Non so voi, ma invecchiando sto proprio apprezzando queste combriccole scatenate dal pettegolezzo selvaggio!

Anche le vacanze quest’anno fatidico hanno un sapore diverso. Qui sulle alture del paesino-che-non-è-Brianza-e-non-è-montagna i figli frequentano il mini club e la baby dance e io non devo più intrattenerli come nel passato. Quando siamo insieme me li godo attimo dopo attimo, senza l’assillo dell’accudimento unidirezionale. Un divertimento più adulto e di maggiore soddisfazione.

Solo una cosa non cambia mai: i miei mitici sogni ricorrenti! La loro impronta freudiana era già evidente, ma stavolta ho superato il limite. Anche in questo incubo devo disperatamente convincere Marito che deve venire a vivere con me. Poi ad un certo punto mi trovo a Roma, in visita a casa di Chiara. A proposito Chiara, complimenti per lo splendido loft dai colori pastello!

L’ambiente all’improvviso si riempie di gente, seduta sugli spalti. Io allora impugno un microfono e inizio a chiedere: ”C’è il Signor Marito? Ripeto, c’è il Signor Marito?”

Non so come sia andata a finire, perché mio figlio mi è saltato sulla pancia e tutto è svanito.

Scrivo a Woody Allen?

  1. yenibelqis
    yenibelqis07-06-2012

    Un loft dai colori pastello? Comunque sono estremamente lusingata di comparire nelle tue attività oniriche. Spero non fosse un incubo!

    • M di MS
      M di MS07-07-2012

      Vedi, le magie del web: ci vediamo poco, ma sei nei miei sogni!

  2. Lucyinvacanzadaunavita
    Lucyinvacanzadaunavita07-06-2012

    un po’ di tempo fa un signore, guardandomi leggere un libretto mi chiese se stavo facendo i compiti…. dall’alto dei miei 41 anni non hai idea di quanto ho gongolato!!!!

    Tanti auguriiiii!!

    PS: non sono mai riuscita a condividere il bagno con 200 persone, neanche a 15 anni!

    • M di MS
      M di MS07-07-2012

      Effettivamente hai decisamente dei lineamenti da ragazza. Che chiulo!

  3. mammachetesta
    mammachetesta07-07-2012

    Ti adoro!!!! “Datela datela che poi non ve la chiedono più” è stupenda! 😀
    Auguri e goditela alla grande.

  4. worldwidemom
    worldwidemom07-12-2012

    Auguri MdiMs!!!!
    Donna tu c’ha classe 😉

Cosa ne pensi?