Sapessi com’è strano sentirsi elettori a Milano…

This is the default teaser text option. You can remove or edit this text under your "General Settings" tab. This can also be overwritten on a page by page basis.

Sapessi com’è strano sentirsi elettori a Milano…

Domenica pomeriggio, quando a Milano regna uno strano silenzio per le strade e si sente solo qualche macchina scivolare sui lastroni del pavé. Malinconia appena accennata.

Ma poi giri l’angolo, nella stradina del quartierino caratteristico, ed inizi ad incontrare gente, molta gente, dall’aria rilassata e soddisfatta. Sono andati a votare alle primarie del PD.

Ecco i flash di questi incontri.

–        La famiglia milanese moderna. Padre, madre e due bambini la domenica delle primarie si alzano, indossano un piumino Moncler (1 colore a testa), le All Star borchiate lei, le Tod’s con le stringhe lui, i figli in Ralph Lauren e vanno al brunch. Pranzano in compagnia di una famiglia di amici in total look North Sails e poi tutti insieme a votare alla sezione del PD. Votano tutti per Renzi. Peccato per i ragazzi che non hanno ancora la maggiore età, sarebbe stata un’esperienza molto formativa.

 –        La vecchia signora di classe che si fa portare al seggio da sua figlia, anch’essa di classe e molto premurosa visto che la madre ha 90 anni e si muove solo con il girello. Come faccia a spingere il girello sui sassi del cortile non si sa. La sua volontà di partecipazione è commovente. Voto certo a Bersani. La dedizione ti ricorda l’ultima volta che tuo nonno uscì di casa: per votare la Zanicchi.

 –        La coppia lesbo con il Manifesto sotto il braccio che ostenta serenità e gioia di partecipazione. Salutano tutti affabilmente e in sezione si sentono a casa. Voto Vendola a prescindere.

 –        La professionista cinquantenne che si ferma chiacchierare con gli amici in coda. “Voto Bersani, Vendola non più: la mentalità del sud mi spaventa. Da quest’anno lavoro solo con la Svizzera.”

 –        Il trentenne con il pizzetto che si copre la scheda con la mano mentre mette una x su Renzi.

 –        La pensionata impaziente che si lamenta non appena messasi in coda urlando che lei quasi quasi non vota. E tutti quelli in coda che le dicono in modo distaccato di andare a fare una passeggiata che il tempo è bello e si sentono molto democratici per questo.

 –        Gli scrutatori del PD. L’anziano burbero ma stiloso in velluto a coste che quando ti dà la scheda ti fa venir voglia di metterti sull’attenti. La ragazza carina dalla faccia simpatica che è lì dalle 7 e fa casino con le schede perché è stanca.

–        E tu, mammina che hai lasciato i bimbi di fronte ai cartoni per andare a fare il tuo bagno di democrazia, che quando viene il tuo turno e ti chiedono i 2 euro ti incazzi. E chiedi perché devi pagare se lo sai che i partiti sono ricchi e i soldi per organizzare le primarie ce li hanno.

 La scrutatrice carina, che come dicevamo è lì dalle 7 e non ne può più, inarca il sopracciglio e risponde che l’obolo serve per coprire le spese operative e che comunque quella finestra lì vicino è rotta dall’anno scorso e non sono ancora arrivati i soldi per aggiustarla.

Allora tu mammina voti, infili la scheda nello scatolone molto contenta di aver partecipato, ma poi ti senti un po’ pirla quando i tuoi amici ti dicono: brava, hai votato bene, ma noi no che pagare per votare non ci pare giusto.

  1. Letizia
    Letizia11-27-2012

    Ehm, imbarazzata anch’io sull’obolo. Per tutto il resto, da pugliese, ti dico che capisco le rimostranze di fronte a Vendola (ne ho una in particolare anch’io). Ma alla professionista cinquantenne avrei raccomandato di visitare il sito “bollenti spiriti”, il laboratorio rivolto ai giovani che è molto innovativo e che ha dato i suoi frutti. Per il resto tanto di cappello a chi ha dimostrato di voler essere un cittadino attivo, pur sempre con le due euro in mano..

  2. mcomemamma
    mcomemamma11-27-2012

    Non sarà giusto però se continuiamo a lamentarci e basta non si cambia niente e andiamo tutti a bagno!
    Siamo due pirla, allora…e pensa quanto mi son girate a me che son genovese! :)

    • Letizia
      Letizia11-27-2012

      Ahaha, allora è per questo che mi ha scosso la storia dell’obolo, genovese anch’io per un bel po’. E comunque i genovesi non sono braccine corte,ma oculati e nemici dello spreco..ecco, l’ho detto 😀

      • mcomemamma
        mcomemamma11-27-2012

        Brava! Concordo! :)

        • M di MS
          M di MS11-27-2012

          Ma per il ballottaggio non si poteva chiedere lo sconto 2×1?

          • mcomemamma
            mcomemamma11-27-2012

            davvero, adesso ci tocca sborsare altri 2 euro….contando che vota anche il marito, queste primarie ci son costate 8 euro!!!non fatemici pensare!

  3. mammadifretta
    mammadifretta11-27-2012

    elettrice di chi…?? io mi sento tanto elettrice di Vendola…ma poco convinta, non sono andata :)

  4. Stefania
    Stefania11-27-2012

    Mi hai dato della professionista cinquantenne…
    Mi sono offesa! 😀

Cosa ne pensi?