Ragazze, se le suocere fossero tutte così!
IStock 000021577716Small

Ragazze, se le suocere fossero tutte così!

Forse vi sarà sfuggita questa interessantissima notizia ANSA di settembre: “Una padovana di 54 anni e’ Miss Suocera. A Gatteo Mare, riviera romagnola, ieri sera la 16/a edizione”.

Le vostre suocere che tipe sono? Ambiscono ad essere simpatiche, disponibili ma poco intrusive, munifiche, ottime cuoche e, se mi permettete, anche sane? (Eh, sì, perché al giorno d’oggi anche la salute serve per mille mila motivi, anche di sopravvivenza)

Insomma: vostra suocera è Miss Suocera?!

So di scatenare un putiferio, perché il rapporto suocera-nuora è da sempre uno dei temi caldi nel dibattito sulla famiglia. Io però sono la persona meno titolata a parlarne, perché ho sposato un orfano. In effetti, adesso che ci penso questo back-ground, unito all’amore per il primogenito maschio, mi rende in potenza una futura suocera odiosa…

Mah! Sta di fatto che l’unica altra donna con cui mi trovo a fare i conti è mia madre, che vi assicuro sa fare anche la parte di quella che non c’è.

A volte basta una domanda apparentemente banale o un sopracciglio più alzato del solito a farmi capire la sua disapprovazione. Ma appunto, sono un’adulta e devo prendere le mie decisioni, insieme a mio marito.

Ricordo che una decina di anni fa mia madre se ne uscì con una frase che la dice lunga: ”Ecco, mi sono accorta che tu prendi le decisioni con Marito e poi me le comunichi.” Come dire: non è che decidiamo io e te e poi diciamo a questo povero balabiotto cosa deve fare.

E ci mancherebbe!

Qualche giorno fa sono andata alla presentazione di una ricerca Ipsos commissionata da Philips sul rapporto suocere-nuore. Guardate, ve lo dico subito: non è un post sponsorizzato, ci sono andata perché c’era Mara Maionchi come suocera-testimonial e non volevo perdermela. Ci siamo capite.

Prima di andarci ho chiamato mia madre e le ho chiesto: ”Cosa ne pensi dell’essere suocera?”

Inizia mielosa: ”Suocera è bello. E poi comunque da quando tuo marito quest’estate mi ha salvato la vita in alta montagna, dopo che mi ero rotta la gamba, NON POSSO più dire niente”.

Appunto, lamentati.

Insomma, da questo rapporto IPSOS, non è che il rapporto suocera-nuora esca molto bene.

Il 49% delle nuore, infatti, pensa che le suocere siano tra le prime cause di divorzio e che bisogna difendersi dai loro tranelli. Addirittura  il 24% delle nuore considera la suocera una “iena” e il 34% ritiene di essere ai ferri corti.

Vi ritrovate in questo idilliaco quadretto?

Io sento veramente tante amiche lamentarsi della suocera, ma anche molti generi. In fondo La Settimana Enigmistica ha campato per anni sulle barzellette che prendevano in giro la mamma acquisita.

Personalmente penso che per avere buoni rapporti in famiglia sia indispensabile che i genitori (mettiamoci dentro pure i suoceri) sappiano capire che la nuova coppia costituisce una nuova famiglia e quindi certe dinamiche potenzialmente intrusive vadano evitate. E pure i figli devono tagliare il cordone ombelicale, maschi o femmine che siano. Di mia madre, nonostante questo mi causi qualche problema nel gestire i bambini, apprezzo l’autonomia, il fatto che abbia molti interessi ed esca spesso, senza stare ad opprimermi chiedendomi cosa ho nel frigo.

Preferisco una madre/suocera che mi parli dell’ultimo spettacolo che ha visto a teatro piuttosto che di faccende domestiche…magari le mie!!!

Ma bando alle ciance! Avete voglia di vedere la Maionchi in versione suocera? Simpaticissima, ma tosta, c’è da morir dal ridere!

Qui mi racconta cosa è per lei “essere suocera oggi”.

La cosa forte è che ad affiancarla c’era Silvia Vegetti Finzi, la nota psicologa della famiglia. Solo che il suo contributo non si è limitato alla professione, ma ci ha raccontato anche che tipo di suocera è lei. Prendetevi due minuti e godetevi questo brain-storming tra donne (suocere e nuore)!

Vedete? Anche gli esperti che rispondono alle nostre lettere sui giornali hanno i loro problemi!

Ed infine, ecco i consigli per il giorno del matrimonio. Vi anticipo solo che la Maionchi si è sposata in nero :-)

  1. mammaeconomia
    mammaeconomia10-23-2013

    Nel migliore dei casi per mia suocera non provo niente. Nemmeno adesso che sta male.

    • M di MS
      M di MS10-23-2013

      Eh. Belle parole per iniziare la giornata.
      :-)

      • mammaeconomia
        mammaeconomia10-23-2013

        Purtroppo o per fortuna su questa cosa ho deciso di essere sincera con me stessa e con gli altri, ma immagino di risultare molto dura.

        • M di MS
          M di MS10-23-2013

          Non ti critico affatto. E poi sono affari vostri.

  2. Cristina
    Cristina10-23-2013

    Ma come non è sponsorizzato? E il ferro da stiro in prova? 😉

    • M di MS
      M di MS10-23-2013

      Mi confondi con qualcun’altra.
      Io da Philips non ho mai visto un euro o un elettrodomestico. Magari…

  3. acasadiclara
    acasadiclara10-23-2013

    io non posso lamentarmi però devo dire che oltre ai giorni in cui prende i miei figli da scuola, ecco non è che ci stiamo tanto insieme. d’altra parte se non ci sta mio marito, me ne guardo ben bene dallo starci io. (idem con i miei). ma poichè abita davanti alla scuola e all’oratorio è per sua natura quella che viene chiamata anche all’ultimo momento ed è sempre disponibile. perciò non mi lamento. solo una volta si è permessa di imporci di andare ad un battesimo, che avremmo voluto evitare. ho giurato vendetta. al battesimo successivo ci siamo defilati con una certa classe. vittoria. da allora non ci impone più nulla. siamo di quelli che al sabato e alla domenica ci facciamo gli affari nostri o stiamo con gli amici. niente pranzi o visite ai parenti. è la nostra via per sopravvivere.

    • M di MS
      M di MS10-23-2013

      Conosco una mamma che ogni domenica, ogni maledetta domenica, pure quando sono in vacanza appena fuori città, deve pranzare con i suoceri. Ma non invitandoli! Facendo LEI da mangiare. Odia la suocera, come criticarla? E comunque secondo me la colpa è di suo marito, non pensi?

      • acasadiclara
        acasadiclara10-23-2013

        d’accordissimo, spesso è colpa dei mariti…purtoppo. al mio lo dissi prima di sposarlo: guai a noi se passiamo le domenica a casa dei parenti a pranzo. non ci ha nemmeno provato!!! ma quella mamma di cui racconti, non fa nulla con i figli alla domenica? noi -come sai – siamo sempre in giro a fare cose, dovremmo sempre accampare delle scuse e inimicarci tutta la famiglia fino alla millesima generazione!!!! e poi, non si annoia un po’ a questi pranzi? e deve pure cucinare!!! io li tollero – e devo sforzarmi per – solo a Natale e non cucino nemmeno :)

        • M di MS
          M di MS10-24-2013

          La poveretta è un iperattiva, per cui, per non buttare via la domenica fa levatacce per combinare qualcosa prima del pranzo o si mette a stirare al pomeriggio. Ti rendi conto che rottura incredibile?

Cosa ne pensi?