Pollo, antibiotici, ormoni, batteria: cosa c’è di vero?
2c Il Pollo E   Allevato A Terra

Pollo, antibiotici, ormoni, batteria: cosa c’è di vero?

Non so per voi, ma per me ultimamente fare la spesa sta diventando una cosa difficile. Ho dovuto imparare a leggere le etichette, a familiarizzare con il concetto di filiera, a sapere tutto sull’olio di palma (a proposito, qui un post dettagliato della nutrizionista Maria Chiara Bassi), a cercare il nome del produttore e verificare se è italiano.

Insomma ho dovuto fare un salto di qualità come consumatrice, cosa che come madre sento molto dovendo dar da mangiare a quattro persone. Ho anche provato i supermercati biologici e capito che non sono economicamente sostenibili per la spesa grossa della settimana, anche se vi sono buoni prodotti o perlomeno mi fido che lo siano.

Quando sono stata contattata da UNA Italia, l’associazione che rappresenta le aziende del comparto avicolo italiano, per presenziare ad una loro conferenza stampa non ho storto il naso come avrebbero potuto fare alcuni, perché ho subito pensato che se avevo delle domande su come si alleva e commercia pollo, tacchino e uova in Italia avrei potuto rivolgerle proprio a chi lo fa a livello industriale. Per me le aziende sono interlocutrici le cui affermazioni vanno lette e considerate con attenzione (mi appoggio anche all’amica nutrizionista di cui sopra) ma senza pregiudizi. Certo, per me sarebbe bello fare la spesa dal mio contadino di fiducia, ma abito a Milano e devo comprare tutto al super, quindi tanto vale informarsi.

Alla conferenza stampa di lancio della campagna “6 verità sul pollo (che gli italiani ancora non sanno)” ho scoperto che molti dei miti sulle carni avicole sono falsi e per me è stato un sollievo. Non è bello fare la spesa pensando che ciò che compri non ti faccia bene e che tu non abbia altra scelta. Invece sono contenta di sapere che in Italia il sistema dei controlli veterinari è severo ed efficace (l’Italia ha il maggior numero di veterinari ASL di tutta Europa, più di 5000), per cui ho una ragione in più per guardare l’etichetta e comprare pollo italiano.

Ho scoperto poi che ci sono diverse verità sul pollo che gli italiani non conoscono che si scontrano proprio con i “si dice” tipici. Vi linko qui sotto tutti i materiali ufficiali della conferenza stampa in modo che possiate farvi da soli un’idea:

  • Il pollo italiano non assume ormoni

  • Non cresce ad antibiotici
  • L’uso degli antibiotici segue un disciplinare molto stringente

  • Il pollo che mangiamo non cresce in batteria

  • Il 99% del pollo che mangiamo è made in Italy

  • Il pollo crudo non va lavato

  • Il pollo contiene ferro e proteine come la carne rossa.


Scommetto che anche voi come me credevate ad alcune di queste false verità sul pollo.

Se ne volete sapere di più potete visitare questo sito, accedere direttamente ai dati e visionare le interviste agli esperti (medici, nutrizionisti e veterinari).

Questa esperienza diretta con UNA mi è stata utile, perchè sono un po’ stanca di subire informazioni sempre e solo allarmistiche, magari condivise sui social network senza una verifica diretta delle fonti. Preferisco ascoltare tutte le voci, comprese quelle ufficiali di un settore che è un’eccellenza italiana, dà da lavorare a migliaia di addetti ed è sottoposto alla normativa europea.

Cosa ne pensi?