#Londra con i bambini: 10 cose da fare per visitarla senza stress
20140727 131552 001

#Londra con i bambini: 10 cose da fare per visitarla senza stress

Che Londra sia una città fantastica e piena di stimoli non è una novità e non basta certo una settimana da turisti per apprezzarla completamente. Quando si viaggia con due bambini di 6 e 8 anni secondo me la cosa più importante è non farsi prendere dall’ansia di vedere tutto e riuscire a mantenere alto lo spirito della truppa. Solo così non arriveranno crisi di stanchezza ingestibili in grado di compromettere la visita al museo più bello.

In questo post, assolutamente personale e non esaustivo, vi racconto cosa abbiamo fatto noi per conoscere Londra senza stress.

1.      Affittare un appartamento per vivere il glamour e il romanticismo delle case vittoriane

20140722_201630Trascorrere alcuni giorni in una vecchia casa inglese ti fa credere di vivere in un film! Le facciate in stile, i soffitti alti, le finestre affacciate sulle strade civettuole sono un vero sfizio. Per i bambini poi una casa del genere è di gran lunga più affascinante di un hotel. Inoltre, la vita casalinga ci ha costretto a vivere il quartiere, andare a fare la spesa al supermercato, girare per i negozi della zona, attività sempre “istruttive” quando si vive all’estero.

A Londra si possono affittare diversi tipi di appartamenti, in base alle zone e al budget. Noi ci siamo affidati a Friendlyrentals e ci siamo trovati bene.

 

2. Iniziare la visita di Londra dai parchi cittadini.

Essendo un’estate con un clima piacevole e non piovoso, iniziare l’esplorazione della città da Kensigton Gardens, Hyde Park e St. James Park ha ben disposto i bambini. Camminare tanto con lo scopo di visitare parchi enormi e meravigliosi non è mai stato faticoso. Sono bellissimi, ben tenuti, attrezzati (wc puliti facilmente reperibili) ed offrono lo spunto per raccontare la storia di Londra in modo simpatico.

20140723_114058-001Da non perdere ovviamente la favolosa area giochi dedicata alla Principessa Diana e relativa fontana. Per gli amanti del genere, piante di more come se piovesse a cui attingere a piene mani.

3.      Vivere il Tamigi sul London Eye e il battello

20140724_103230-001Una ruota panoramica confortevole ed ultramoderna e un battello da cui scendere e salire per visitare anche la zona del Tower Bridge sono state tra le attività preferite dai bambini. Un must. Per vivere qualche emozione in più esiste anche la possibilità del giro in gommone!

 

4.      Non fissarsi con la visita ai musei a tutti i costi.

O almeno noi la pensiamo così. Innanzitutto, quando visitiamo una città all’inizio privilegiamo sempre le passeggiate a piedi in modo che si possa tutti respirare un po’ l’aria che tira, capire la personalità della città. Quindi passiamo alla cultura. A Londra ci sono così tanti musei che è impossibile visitarli tutti in poco tempo, bisogna scegliere. Con  i nostri figli la strategia è stata questa: tutto Science Museum, molto interessante, moderno, con un’area didattica veramente divertente; giro veloce al Natural History Museum, piuttosto vetusto, per apprezzare i fossili più scenografici; aree selezionate del British Museum, vedere tutto con due bambini piccoli è un suicidio, bisogna scegliere. L’ingresso ai musei è gratuito, quindi non è un problema se volete vedere solo alcune cose e tornare nei giorni seguenti. Se poi andate a Westminster Abbey un gentile volontario vi distribuirà un questionario in italiano con alcuni facili quiz per coinvolgere più facilmente i più piccoli.

 5. Via dalla pazza folla

20140725_112755-001Ci siamo presi un giorno per scappare dalla città e rifugiarci a pochi chilometri dal centro per visitare i Kew Gardens. Enormi e curati, sono un passatempo divertente ed istruttivo. Ai bambini sono piaciute in particolare la camminata sopraelevata tra gli alberi più alti e le serre. Consigliati come pausa rigenerante.

6.      La storia inglese: re, regine e morti ammazzati

Esercita sui bambini un fascino irresistibile. Partite preparati. Noi abbiamo trovato un paio di guide molto utili e divertenti, scritte apposta per loro. La visita alla Torre di Londra ovviamente è un must. I bambini vogliono vedere dove appendevano le teste mozzate dei prigionieri.

 20140729_083006-001

7.      Il cibo

Cibo a Londra vuol dire provare un po’ di tutto. Dalla chicken pie vista in “Galline in Fuga” al tradizionale fish&chips in un vero pub, alla cucina libanese e internazionale in genere. Visitare i supermarket  come se fossero musei, quando si fa la spesa, resta un’attività istruttiva, non parliamo poi di Whole Foods Market, il modello a cui si è ispirato Eataly.

8. Guardare la tv, sfogliare i giornali in edicola ed appassionarsi ai gossip reali.

Cosa c’è di meglio che guardare i programmi della tv inglese e commentarli insieme? I cartoni, ma anche i programmi di news hanno un potere attrattivo sui più piccoli, anche se non capiscono una parola. Se poi trovate in onda Mr. Bean è il massimo!

In edicola troverete moti giornali di gossip sui Reali di casa Windsor. State certi che un prodotto del genere, che parla di veri principi e principesse, non lascerà le bambine indifferenti.

20140728_111034

9. Visitare la Tate Modern

Le opere esposte alla Tate Modern in molti casi sono incomprensibili per molti adulti, figurarsi per due bambini. Ottimo! Quale miglior occasione per accostarsi all’arte moderna in modo…spiritoso e, diciamo, creativo? Ancora oggi i miei figli parlano dello “strano museo” e ricordano l’installazione finale, fatta apposta per loro.

20140728_171056-001

10. Fare cose sceme, ogni tanto, e prenderla con leggerezza.

Andare sul bus a due piani, bagnarsi tutti a a Somerset House, perdersi da Hamleys.

20140724_121528-001

Tutte cose che la sera vi faranno addormentare stanchi ma felici nei vostri caldi lettucci.

 

 

Cosa ne pensi?