La prima volta

This is the default teaser text option. You can remove or edit this text under your "General Settings" tab. This can also be overwritten on a page by page basis.

La prima volta

Ieri per il treenne Fagio è stata la giornata delle prime volte.
La prima volta che è andato in bici senza rotelle e ha voluto chiamarmi dalla macchina, prima ancora di rientrare a casa, per annunciarmelo trionfante.

La prima volta che è andato a teatro, ad assistere ad uno spettacolo con attori e burattini.

Il tragitto in metropolitana, la vista di una sala con tanti bambini eccitati come lui, la ricerca del proprio posto a sedere e l’attesa dell’inizio. E poi ancora lo spettacolo, i colori, i pupazzi, le canzoni. Fagio che apostrofa Pippi urlando nel buio, che non riesce proprio a stare seduto e si contorce tarantolato e sbracato sulla sedia, gli occhi accesi di felicità, il bellissimo visino bianco e rosa, quelle risate di pancia che solo i bambini riescono a fare.

Fagio che si gira e mi dice: “Ancora, torniamoci ancora!”.

Fagio che quando le luci si accendono si vergogna a parlare a Pippi e allora la guarda in silenzio tutto vergognoso e dice a me di chiederle di mostrarci i suoi pupazzi. Fagio in silenzio con gli occhi bassi ma l’espressione gioiosa.

E io lì vicino, che non guardo lo spettacolo ma solo lui, piena di una pienezza che solo il mio bambino mi può dare.

E mi chiedo chi devo ringraziare per tutto questo.

 

 

  1. Blog Admin
    Blog Admin02-28-2010

    Devi ringraziare te in primis.. Noi le abbiamo fatte da un po’ queste esperienze, e capisco tutto quello che dici…

  2. Lanterna
    Lanterna03-01-2010

    Anch’io spesso mi incanto a guardare i miei figli che guardano lo spettacolo. Se tutto va bene, la prossima volta sarà tra due settimane alla Comuna Bayres, non vedo l’ora!

  3. oh mamma
    oh mamma03-01-2010

    Come ti capisco, lo spettacolo più affascinante è vedere i nostri cuccioli che scoprono il mondo. Anche io mi ci perdo.

Cosa ne pensi?