Il Fantasma Formaggino

This is the default teaser text option. You can remove or edit this text under your "General Settings" tab. This can also be overwritten on a page by page basis.

Il Fantasma Formaggino

Si parla tanto dei terrible two, i temibili due anni in cui i bambini esprimono la loro personalità con rifiuti, capricci, impuntature. Qui a casa nostra stiamo invece vivendo i frightening three and a half, età in cui il nostro Fagio sta scoprendo di avere paura del buio, di stare a giocare da solo in una stanza, fa i brutti sogni e vuole venire nel lettone.

Devo ammettere di essere piuttosto comprensiva ed elastica di fronte alle sue crisi perché è vivo in me il ricordo di quanto fossi una bambina fifona, con notti popolate da incubi di spettri. Certo, io guardavo Heidi, oggi invece è praticamente impossibile proteggere i figli dalla visione seppure fuggevole di Scooby-Doo e dei Gormiti, quindi i sogni sono di conseguenza.

Marito, cresciuto con la disciplina militare di un padre che aveva fatto la Seconda Guerra Mondiale, non riesce a concepire bambini che vogliono dormire con i genitori e mi guarda come se vedesse la Madonna mentre gli spiego che era uno dei miei più grandi desideri di bambina. Sento Nonna Beat ripetere al nipotino le stesse identiche frasi che diceva a me: "Ma cosa c’è al buio che non c’è alla luce? E’ la stessa cosa!". Ovvio, ma ricordo perfettamente che all’epoca a me non cambiava un’acca. Forse perchè per non avere più paura prima dobbiamo avere paura.

Io cerco di stare accanto a Fagio senza lasciargli tirare troppo la corda, perché il rischio che se ne approfitti esiste. Mi mostro sempre molto interessata ai suoi sogni, me li faccio raccontare nei minimi dettagli e penso che la cosa gli serva per esorcizzare almeno un po’ le sue normali paure.

Ieri mi ha raccontato uno degli incubi più "carini".

– Mamma, ho sognato che eravamo nella casa del mare e dal frigo uscivano i mottri (n.d.r. mostri).

– Ah, sì? E poi cosa succedeva?

– Io e il papà scappavamo giù dalla finettra (n.d.r. finestra).

– Ah, scappavi insieme al papà?
– Sì, perché io sono ancora un po’ piccolo.

 

Questo incubo, oltre a farmi pensare alla qualità del mio cibo, mi ha ricordato questo precedente, che evidentemente attinge al nostro inconscio collettivo.

 

Please enter the url to a YouTube video.

 

Un ennesimo giro all’Ikea è stato provvidenziale, perché in un cestone ho trovato dei simpatici burattini da indossare sulle dita delle mani (Marito: "Sono cose che mettono lì proprio per gli allocchi." "Sì, basta esserne consapevoli").

Indossando il personaggio del Cuoco Pasticcione e del Fantasma Formaggino io e Fagio abbiamo potuto prendere in giro la paura. Il Cuoco Pasticcione inseguiva il Fantasma per spalmarlo sul panino (sì, è una battuta evergreen che, Elio a parte, riesce ancora a far ridere i bambini). E poi, con tutti gli altri personaggi abbiamo inscenato Cappuccetto Rosso, Cenerentola e Il Soldatino di Piombo.

 

 

Che dire? L’Ikea sarà anche massificante ed inflazionata, però riesce a dare risposte semplici alle piccole necessità dei nostri bambini. A proposito, dovrei proprio farlo un post sui giocattoli Ikea: cose divertenti, in materiali naturali, belle come i giochi più costosi.

  1. emily
    emily11-06-2009

    sono anni che mio figlio vuole la tenda tirata e nn dorme se nn la tiro: tempo fa a tavola ci ha spiegato che una volta ha visto un film che c’era uno nascosto dietro e quindi ha paura.
    io lo prendo in giro e salta fuori sua sorella che dice di girare la radiosveglia xkè di notte le lancette fluorescenti le fanno paura.
    io rido come una pazza e salta fuori mio marito che dice che da piccolo ha visto un film con delle mani che uscivano dalla testiera del letto e questo pensiero lo angoscia ancora quando dorme negli alberghi e la testiera è di legno
    insomma x fartela breve a quanto pare sono solo io che nn ho fobie, quindi sono io la strana….questo x dire che è normale avere delle paure eheheheh

  2. lorenza
    lorenza11-06-2009

    che bel post, anche i miei figli hanno paura del buio… bella l’idea di esorcizzare gli incubi con i pupazzetti!!

  3. wwm
    wwm11-07-2009

    mi sono messa a ridere per considerazione del tuo cibo che scatena brutti sogni…comunque anche SuperT comincia con incubi. Purtroppo Halloween non ci ha aiutato per niente. Comunque l’idea è bellissima e te la copio e sì bisogna proprio scriver eun post sui giochi dell’Ikea perchè sono stupendi ed economici.

  4. MP
    MP11-07-2009

    Utilissimi in questo caso sono i “fantasmini” dell’Ikea (lucine blu, rosse o verdi ricaricabili). I miei figli ne hanno uno per uno, sono morbidi (li tengono nel letto), robusti e durano accesi quasi una notte. Te li consiglio.

  5. Lanterna
    Lanterna11-09-2009

    Anche Amelia comincia ad avere paura del buio. E pensare che a 2 anni, se si svegliava, si accendeva da sola la luce e si riaddormentava! Ettore invece è ancora piccolo, non si sveglia quasi mai. Solo stanotte si è un po’ lamentato, ma era già nel lettino di fianco a me (lunga storia) e quindi si è riaddormentato appena sono riuscita trovargli la testa e accarezzarlo.
    Anch’io cmq avevo paura del buio! L’ho curata solo quando abbiamo preso un cane, che dormiva in stanza con me. Spero che i miei bambini, essendo in camera insieme, si facciano coraggio a vicenda…

  6. Mamma Imperfetta
    Mamma Imperfetta11-09-2009

    Noi ci stiamo passando con Matteo (5 anni e mezzo), crisi, di pavor, sonnambulismo, allucinazioni, terrore.Ha fatto una settimana nel letto con noi (mai successo nemmeno da neonato) ed è tornato come nuovo. :-)

  7. piattinicinesi
    piattinicinesi11-10-2009

    anche io sono stata e sono unamamma tollerantissima al lettone contro le paure, essendo stata una bambina devastata dai brutti sogni.bella l’idea dei pupazzetti scaccia paure…

  8. M di MS
    M di MS11-10-2009

    emily: guarda, non apriamo questo dicorso percè di scene di film di paura ne ho piena la testa! E il bello è che quando diventi mamma devi mostrarti coraggiosa.

    lorenza: evvai di Ikea!

    wwm: Halloween mi fa troppo incacchiare. Abbiamo passato 10 giorni a parlare solo di streghe che fanno paura e zucche che sorridono arcigne.

    MP: in effetti ne abbiamo uno anche noi, inutilizzato. Andrò a rispolverarlo.

    Lanterna: continuo a dire a Fagio che in camera non è da solo, ma con la sorellina. Ma non mi sembra molto consolato.

    Mamma imperf: anche stanotte Fagio è venuto nel lettone. Ma si è fatto furbo: il papà ha ceduto perchè lui ha detto che voleva dare “un bacio alla mamma”. Hai capito che lenza?

    piattini: ah, beh, se la mia opinion leader di riferimento non se la mena per il lettone…allora non me la meno nemmenio io!

  9. valewanda
    valewanda11-10-2009

    passata oggi all’Ikea da sola con Mattia, e dato libero sfogo alla fantasia… comunque anche Mattia è in fase di incubi tremendi, le maestre mi dicono che è normale…

  10. Lanterna
    Lanterna11-11-2009

    Eh beh, posso capirlo: chi si sentirebbe protetto da una sorella di un anno e mezzo? Secondo me, col tempo cambieranno. Spero 😉

Cosa ne pensi?