D-day

This is the default teaser text option. You can remove or edit this text under your "General Settings" tab. This can also be overwritten on a page by page basis.

D-day

Finalmente è arrivato il grande giorno.

Arrivo al Nuovo pensando di essere tra i primi e invece mi ritrovo in mezzo ad una marea di gente che si registra al botteghino. Subito scorgo le facce delle amiche e mi lascio travolgere dal mio solito entusiasmo assolutamente fuori controllo. Si commentano le mises e le pettinature, urletti di gioia “aaaah, ci sei anche tuuuu!”, si presentano mariti ed accompagnatrici non blogger (che si sentono come in una puntata di Quark dedicata alla web addiction), l’eccitazione e la curiosità regnano sovrane come alla festa delle medie.

Ci accomodiamo nei posti riservati, io tengo due poltroncine per Jolanda accanto a me, come in aula magna durante l’assemblea d’Istituto. Intorno a me blogger sorridenti si intrattengono chiacchierando, è sicuro che lo spettacolo partirà in ritardo. Meglio così.

Polly ed Improvvisamente in quattro mi si avvicinano timide per poi presentarsi, visto che non ci siamo mai incontrate. Mi rivedo in loro, memore dei primi incontri con le blogger che tempo fa erano solo amiche virtuali e di cui mi ero creata un’immagine di fantasia.

Poi ecco iniziare lo spettacolo. Lo dico subito: ho riso così tanto che mi è venuta una paresi alla mascella. La Mannino è bravissima. In un paio di occasioni deve aver fatto un po’ di casino con il testo ma ne è uscita fuori in modo disinvolto. La parte iniziale ha ripreso molti degli spunti dei nostri post, quella finale no e sapeva un po’ di repertorio, ma il risultato non cambia: ne valeva la pena. Durante i miei attacchi di risa sbirciavo le persone intorno a me per vedere se si stavano divertendo. Jolanda che ride a modo suo, tutta rossa in viso, Valentina che si sganasciava per le battute sulle mamme di gemelli, l’amica che mi accompagnava che gorgogliava a fianco a me (il miglior test, visto che del progetto “Mamma che ridere” non sapeva nulla).

Quando il monologo è finito mi è dispiaciuto un po’ e per la voglia di prolungare la serata decidiamo di andare a bere qualcosa. Non so perchè ma nel mio karma, qualsiasi gruppo di amici io frequenti, c’è il task “trova locale”. Devo decidermi a passare all’i-phone per usufruire della relativa app.

Mi ritrovo dunque insieme ad altri 20 a cercare un posto aperto in Piazza San Babila il lunedì sera. Ma non siamo a NY, siamo nel mezzo della Pianura Padana e il lunedì di solito la gente guarda il film in tv. Ergo figuraccia di fronte agli amici non milanesi che si aspettano un proseguimento da “city that never sleeps”. Ci arrendiamo al classico bar del centro dove un caffè costa 6 euro e le pizze sono surgelate. La serata non promette bene, ma almeno un cameriere che sembra un agente del KGB in un film di James Bond ci fa crepare dal ridere.

Ci sono diversi motivi per cui mi ha fatto piacere partecipare a “Mamma che ridere”. Uno di questi, forse il più importante, è che mi ha dato la possibilità di collaborare con tante blogger che sento molto vicine. Dalle nostre discussioni sono usciti numerosi spunti interessanti, non solo sulla maternità; sarebbe bello poter dare vita ad altri progetti insieme.

  1. Lanterna
    Lanterna05-27-2010

    Beh, in caso, eccomi :-)
    Condivido ogni parola! Mi dispiace solo che eravamo tante e non sono riuscita a chiacchierare con tutte come avrei voluto.
    Alla prossima

    • M di Ms
      M di Ms05-27-2010

      Sì, anch’io avrei voluto parlare un po’ di più con tutti. Ci inventeremo qualcos’altro!

  2. bstevens
    bstevens05-27-2010

    concordo e sottoscrivo: io ci sto!!

  3. Mamma Cattiva
    Mamma Cattiva05-27-2010

    Proprio figo, sì tutto molto figo 😉
    E tu sei molto meglio della tua sosia bionda NK: carattere e piglio. Non ti batte nessuno! Alla prossima…

    • M di Ms
      M di Ms05-27-2010

      Ma Luisa! Mi confondi!!!
      Adesso devo pensare a qualche attrice charmante che ti somigli per ricambiare tutti questi complimenti. Ci penso e poi ti dico…

  4. valewanda
    valewanda05-27-2010

    Un abbraccio, presto ci rivedremo…

    • M di Ms
      M di Ms05-27-2010

      A proposito, dove andate al mare? Passerete per caso dalla Liguria? oppure Viareggio?

  5. worldwidemom
    worldwidemom05-28-2010

    che invidia!!!!

  6. polly
    polly05-28-2010

    io ci sono per altre iniziative, in fondo se mi schiodo dalla campagna non è un male…anzi, ho approfittato della gita pagata per godermi la bellissima mostra su egon schiele!
    peccato solo non aver parlato con tutte come avrei voluto!

  7. farmaciaserrage
    farmaciaserrage05-28-2010

    La prossima volta facciamo in piedi tipo matrimonio !Così il cameriere è più contento e si può chiaccherare con tutte!
    Speriamo se riusciamo di incontrarci di nuovo Sabato 5 al Mom camp , se le tessere coincidono .Noi passiamo spesso dalla Liguria ….!Dove di preciso?

    • M di Ms
      M di Ms05-28-2010

      Noi siamo sempre a Nervi. Genova la sentiamo anche un po’ nostra.

  8. farmaciaserrage
    farmaciaserrage05-28-2010

    Dacci un segno con piacere, anche per un aperitivo in passeggiata!Così ci facciamo un pò invidiare !

  9. Silvia - improvvisamente in quattro
    Silvia - improvvisamente in quattro05-28-2010

    E’ stato veramente un piacere conoscerti!
    E la prossima volta mi fermo anche per il post serata!

Cosa ne pensi?